• Lucrezia Corbetta

16 maggio: a Milano nasce il registro di genere

A partire dal 16 maggio di quest’anno a Milano si può compilare una sorta di “registro di genere”, il primo in Italia, voluto per favorire l’esercizio del diritto di voto delle persone transgender: tutti i documenti di riconoscimento di competenza del Comune presenteranno il nome di elezione. Nello specifico, si potranno inserire i dati riguardanti l’abbonamento ATM, le tessere bibliotecarie,gli impianti sportivi, corsi, badge e documenti di riconoscimento aziendali per i dipendenti del comune. Il registro in questione è inoltre fondamentale per avere accesso a tutti i servizi prima elencati con il nome scelto dalla persona trans, senza avere bisogno di alcun certificato medico: è sufficiente quindi dichiarare ora solamente il proprio nome d’elezione a un Ufficiale di Stato Civile. Questo provvedimento apre le porte al principio di autodeterminazione delle persone transgender e ci auguriamo che le scelte di Milano siano di esempio per tutti gli altri comuni italiani.

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti