• Sophia Napoli

Deforestazione: una corsa contro il tempo

Aggiornamento: 4 apr

Un pianeta sempre meno verde e sempre più a rischio. È una corsa ai ripari quella che in molti Paesi del mondo si è messa in moto negli ultimi decenni per contrastare la deforestazione, fenomeno che affligge ogni angolo del mondo. L’eliminazione o la riduzione delle aree verdi della Terra, infatti, non conosce confini o differenze tra Paesi sviluppati o in via di industrializzazione. Le ragioni per abbattere una foresta possono essere, infatti, tante e tutte, naturalmente, di natura economica: il bisogno di nuove terre da coltivare (specie nei paesi ancora in via di sviluppo che vivono di un’agricoltura di sussistenza); la necessità di terreni per gli allevamenti intensivi e per la costruzione delle strutture necessarie per gli allevamenti; il bisogno di legname da utilizzare per il riscaldamento o il commercio. Un autentico assalto ai polmoni della Terra che rischia di alterare completamente il nostro ecosistema con delle terribili conseguenze per il pianeta. Quali? Partiamo dall’aumento dell’effetto serra. Gli alberi assorbono l’anidride carbonica, necessaria per la fotosintesi clorofilliana, e rilasciano ossigeno, una loro diminuzione, quindi, comporta una maggiore presenza di anidride carbonica nell’aria determinando, appunto, l’effetto serra. Ma non basta. La deforestazione contribuisce al cambiamento climatico in corso, con un aumento di fenomeni estremi come tempeste, sfasamento delle stagioni, alluvioni, senza trascurare l’erosione e la fragilità del terreno “spogliato” di alberi, con le conseguenti frane e smottamenti. Infine, la distruzione delle foreste significa anche distruzione dell’habitat naturale di centinaia di specie animali e vegetali, alcune condannate per questo all’estinzione. Uno scenario cupo in cui sembra brillare, da qualche tempo, una luce di speranza. Mentre fino a qualche anno fa, infatti, il problema non era avvertito, oggi tutti i Paesi, soprattutto quelli più sviluppati, stanno cercando di affrontarlo, attivando delle politiche “green” che prevedono, in molti casi, campagne di rimboschimento o di tutela delle aree boschive. Una corsa contro il tempo che bisogna vincere assolutamente.



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti