• Waleed Ashafq

Esistono pianeti simili alla Terra?

Fino ad ora sono stati scoperti 4550 pianeti (cioè corpi celesti non in grado di produrre energia attraverso la fusione nucleare


che girano attorno a una stella ) e tra questi solo il 7,7%, più esattamente 350, sono simili alla terra, quindi rocciosi: questo rende più interessante la loro scoperta per gli scienziati poiché potrebbero avere caratteristiche che permettano alla vita di comparire ed evolversi. La ricerca di questi pianeti è partita analizzando delle nane bianche, le quali sono i rimasugli del collasso di una stella media che accade alla fine della vita di quest’ultima; esse sono piccole e estremamente dense: ad esempio una nana bianca grande quanto la terra avrebbe la metà della massa che possedeva in precedenza, quindi metà stella, però durante il collasso di quest’ultima si sarebbe raccolto il materiale di asteroidi e corpi planetari precedentemente orbitanti attorno ad essa. Queste nane bianche sono infatti chiamate “contaminate” e, esaminando l’atmosfera di queste stelle, possiamo capire di cosa erano composti i corpi che ci orbitavano attorno (se fosse stata invece composta solo da elio e idrogeno, cioè solo i due materiali che servono per la fusione, sarebbe stata una nana bianca pura). Scelte le stelle bianche inquinate, attualmente solo 23 poiché non devono essere a una distanza superiore a 650 anni luce dal Sole, gli scienziati hanno iniziato ad analizzarne i materiali, cercando perlopiù quelli che si trovano sulla terra, come magnesio, silicio, ferro, ecc. La ricerca però li ha portato ad individuare molti più elementi rispetto a questi, il che ha fatto pensare che i pianeti che orbitavano attorno a tali nane bianche dovevano possedere una varietà di rocce molto maggiore rispetto a quelle dei pianeti rocciosi del nostro Sistema Solare, così grande che hanno dovuto creare nuovi termini, ad esempio: "pirosseniti di quarzo" o "duniti di periclasio" ecc. Se queste ipotesi fossero vere allora saremmo di fronte ad una frontiera scientifica estremamente importante. Per la creazione di alcune di queste rocce è necessaria la presenza di una grande quantità di acqua nella crosta di quei pianeti, che li renderebbe molto importanti ai fini della ricerca di vita nello spazio

10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti