• Leonardo Pisani

La trap: vera musica?

Aggiornamento: 6 feb

Da una decina di anni si sta diffondendo tra noi giovani un genere musicale violento ed irrispettoso che trasmette messaggi sbagliati ed inneggia alla droga, all'odio ed alla criminalità: la trap La trap, una sorta di musica composta da testi sconnessi e senza un filo logico, che incitano all’odio, alla criminalità e alla violenza. Questo genere può essere considerato una completa degenerazione della musica ed un insulto a quello che c’è stato. La musica è una parte integrante dell'essere umano da millenni, tuttavia, negli ultimi anni la musica in generale ha subito un deterioramento ed involuzione di mastodontica portata, questo si nota anche negli odierni festival musicali e talent show per cantanti, d’altronde essi rispecchiano l’attuale livello musicale italiano nonché europeo, caratterizzato da un nuovo genere: la trap. È sostanzialmente un sottogenere musicale dell'hip hop, nato in America negli anni 90 e poi arrivato anche in Italia agli inizi degli anni 2000. I suoni caratterizzanti del trap sono sincopati ed ottenuti principalmente tramite digitale grazie ad uno strumento chiamato VTS, con melodie ripetitive, minimali ed aggressive. La musica trap è appunto caratterizzata da testi minacciosi, che però variano molto a seconda del singolo rapper. I temi che vengono trattati più spesso sono la vita di strada, la criminalità, il disagio, la povertà e la droga, con la diffusione del genere si sono aggiunte altri tipi di tematiche anche esse violente e volgari basate su odio e disprezzo verso il sesso opposto, etnie differenti e in particolar modo, verso le forze dell’ordine. Negli ultimi anni viene quasi sempre utilizzato l’autotune, usato per correggere le stonature e le imperfezioni vocali, impiegato nel trap per creare un particolare suono della voce quasi robotico. In Italia le prime influenze arrivano precisamente nel 2011 con brani ancora descritti come alternativa all hip hop, il primo album trap italiano è considerato “il ragazzo d’oro” di Guè Pequeno. Questo genere musicale è una completa involuzione sonora e testuale, un disonore verso quello che c’è stato prima di esso. Mi meraviglio che l’umanità dopo aver composto capolavori per più di 400 anni sia passata dalla musica classica in generale, dal soft punk, dal rock, dal hip hop, da brani con una impronta davvero significativa nella storia musicale a musica che non può nemmeno essere considerata come tale. Da molti la trap è considerato come una sorta di protesta verso la società moderna, vi dico una cosa: non lo è. Questa non è assolutamente una protesta e non trasmette nessun tipo di messaggio positivo, VERE proteste sono quelle dei musicisti punk di colore negli anni 50 che si rifugiavano a suonare in delle cantine per non essere arrestati, non certo cantanti trap che insultano la figura delle forze dell’ordine.

54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti