• Sofia Ferrario

Motorsport: un mondo che scompare

Aggiornamento: 10 feb

Negli ultimi trent'anni il numero di piloti italiani nel mondo del motorsport, più precisamente nella Formula 1, è lentamente sceso fino ad azzerarsi: nel 1990 erano 15 gli sportivi che rappresentavano il tricolore sulle piste di decine di città mondiali, mentre nel 2022 non ce ne sarà nemmeno uno. Da ormai qualche mese si è conclusa la stagione 2020-2021 di Formula 1, che riprenderà agli inizi di marzo e, da poco tempo, è stato confermato che Antonio Giovinazzi pilota della casa automobilistica svizzera Alfa Romeo, non prenderà parte alla stagione che sta per iniziare: la notizia ha sconvolto molti tifosi, che hanno iniziato a chiedersi come fosse possibile che il numero di piloti italiani fosse diminuito così tanto da azzerarsi totalmente. Se nel decennio del novanta qualcuno avesse detto che l’Italia non sarebbe più stata rappresentata in Formula 1 solo 30 anni dopo, tutti avrebbero pensato ad uno scherzo: tuttavia, però, si è iniziato a registrare un leggero calo dei piloti del tricolore, che sono passati col tempo da 15 a 10 e poi a 8 a causa delle nuove regole introdotte nel 1996, le quali imponevano il limite massimo di 12 squadre partecipanti al mondiale. Il numero dei piloti, quindi, è sceso drasticamente, fino ad arrivare a 4. Dopo due anni, erano ormai solo due i piloti che concorrevano ancora per ottenere qualche titolo nella Formula 1, ovvero Giancarlo Fischiella e Jarno Trulli, i quali rimasero gli unici piloti italiani fino al 2003. Da questo punto in avanti ci fu un continuo andare e venire di piloti sino all'arrivo del 2012, anno in cui, per la prima volta, il Bel Paese non venne rappresentato da nessuno. Questa triste situazione si verificò anche per i cinque anni successivi ma, nel 2017, Antonio Giovinazzi gareggiò per sostituire un altro pilota tedesco che si era infortunato e non era in grado di continuare la sua corsa al gran premio. Giovinazzi venne inserito nella lista dei piloti ufficiali della formula 1 solo a partire dal 2019: al termine della stagione, conclusa l'anno scorso, non c'erano ormai più piloti italiani pronti a rappresentare il tricolore: dettagli come la data e il luogo in cui un pilota italiano tornerà a rappresentare il nostro paese nel motorsport sono ancora da definire, ma tutti i tifosi azzurri sperano in un ritorno nel minor tempo possibile.

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti