• Davide Palazzi

Strage in Texas: sparatoia in una elementare

Un massacro che allunga la striscia di sangue negli Stati Uniti, dove ci sono state più di 200 sparatorie di massa dall'inizio dell'anno. I bambini e le due maestre uccise nella sparatoria erano tutti nella stessa classe, una quarta (frequentata di solito da alunni di 9-10 anni): lo riferisce la CNN. "L'unico segnale" che una strage era all'orizzonte era su Facebook, dove aveva scritto 30 minuti prima di raggiungere la scuola: "Sto per sparare a mia nonna". Successivamente aveva scritto: "Ho sparato a mia nonna". Poi 15 minuti prima della strage aveva aggiunto: "Sto per sparare in una scuola elementare". Lo afferma il governatore del Texas Greg Abbott, sottolineando che il killer ha sparato al volto della nonna e poi è fuggito. Si è quindi recato alla scuola elementare, dove è entrato dalla porta posteriore. Evidentemente scosso e con le lacrime agli occhi, Joe Biden si rivolge agli americani e al Congresso e chiede un'azione sulle armi. "Possiamo e dobbiamo fare di più. E' il momento di trasformare il dolore in azione e di affrontare la lobby delle armi" afferma Biden appena rientrato dal suo viaggio in Asia e con a fianco la First Lady Jill Biden, vestita tutta di nero.

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti